Come possiamo aiutarti?
 
 
Dieta chetogenica

L'inizio di Antonia nella Dieta Chetogenica

Dopo un primo anno di vita sereno, Antonia ha avuto il suo primo attacco epilettico poco dopo il suo primo compleanno. Durante il suo secondo anno di vita, abbiamo assistito a numerosi attacchi epilettici di tipo grand-mal, fino ad arrivare a uno stato epilettico che è durato mezz'ora e che è stato interrotto solo grazie a tre farmaci d'emergenza mentre eravamo diretti in ospedale. Non potevamo continuare in questo modo...

26.01.2023
8 min

Il profilo di Antonia

Nome: Antonia

Paese: Germania

Diagnosi: Epilessia

Inizio della dieta chetogenica: 2019

Piatto preferito: Uova strapazzate con pancetta, cetriolo e avocado.

Siamo Antonia e i suoi genitori, e viviamo in una piccola città alle porte di Berlino. Dopo un primo anno di vita sereno, Antonia ha avuto il suo primo attacco epilettico poco dopo il suo primo compleanno. Durante il suo secondo anno di vita, abbiamo assistito a numerosi attacchi epilettici di tipo grand-mal, fino ad arrivare a uno stato epilettico che è durato mezz'ora e che è stato interrotto solo grazie a tre farmaci d'emergenza mentre eravamo diretti in ospedale. Non potevamo continuare in questo modo, con la costante preoccupazione di quando la scuola materna ci avrebbe richiamati per avvisarci che il servizio di pronto intervento era in arrivo. Da quel momento in poi, abbiamo dovuto somministrare tre farmaci diversi per ridurre al minimo il rischio di attacchi. Il foglietto illustrativo di uno qualsiasi di questi farmaci era già abbastanza spaventoso, e ora dovevamo darne tre a una bambina di due anni? Hanno comportato diverse reazioni avverse, e il già iniziato ritardo nello sviluppo stava progressivamente peggiorando.

La Dieta Chetogenica

Già all'inizio degli attacchi di Antonia, abbiamo notato che, oltre a certi eventi, soprattutto gli alimenti zuccherini scatenavano gli attacchi epilettici. Una porzione di composta di mele e potevamo quasi prevedere quando si sarebbe verificato un attacco. Durante un controllo medico in primavera 2019, abbiamo raccontato le nostre osservazioni, e in risposta siamo stati informati sulla dieta chetogenica. Questa dieta sembra poter compiere "veri miracoli" nel caso di attacchi epilettici.

Anche se mio marito ed io lavoriamo nel campo medico, all'inizio eravamo scettici. Poteva davvero un particolare regime alimentare ottenere gli stessi o persino migliori effetti rispetto a una terapia farmacologica multipla? Come primo passo, abbiamo fissato un appuntamento di consulenza con un dietista dell'ospedale. Durante questo incontro, ci è stata spiegata dettagliatamente la composizione e l'attuazione della dieta chetogenica. Ci hanno spiegato la differenza tra una dieta normale, una dieta chetogenica classica e la dieta Atkins modificata (MAD). Nella dieta chetogenica classica, sia i carboidrati che le proteine devono essere bilanciati rispetto al grasso. Nella MAD, i carboidrati devono essere conteggiati durante il giorno. L'ospedale preferisce questo tipo di dieta chetogenica poiché sembra essere più facilmente attuabile con lo stesso effetto.

Dopo un breve periodo di riflessione, abbiamo deciso di dare una possibilità alla MAD. Abbiamo acquistato alcuni libri sull'argomento e ne abbiamo discusso in famiglia. Quando si inizia questa dieta, è possibile attendersi risultati significativi solo con un'attuazione rigorosa.

 

Antonia sta bene con la Dieta Atkins Modificata. Le crisi epilettiche sono sotto buon controllo, con pochi eventi lievi, e sta sperimentando maggiore attenzione e sviluppo costante sotto questa dieta.

Mama Claudia erzählt

Inizio alla dieta chetogenica nel ospedale

Nell'estate del 2019, siamo stati ammessi in ospedale per iniziare la dieta. Sapevamo che la durata del soggiorno avrebbe variato a seconda del progresso nella chetosi e del benessere di Antonia. Eravamo ottimisti che Antonia avrebbe sopportato bene il cambiamento poiché avevamo già iniziato a casa a ridurre gradualmente i carboidrati. Innanzitutto, abbiamo identificato i prodotti a cui nostra figlia era già abituata nella sua routine quotidiana e abbiamo cercato un'alternativa chetogenica. Ad esempio, abbiamo avuto bisogno di una alternativa chetogenica al latte e allo yogurt per l'assunzione dei farmaci anticonvulsivi del mattino e della sera.

Con l'assistenza dietetica che conoscevamo già, è stato elaborato un piano alimentare per i giorni a venire, prendendo in considerazione anche le preferenze del bambino. Poiché Antonia ama molto le uova, queste sono state integrate nella dieta in varie varianti. La quantità di carboidrati è stata gradualmente ridotta con ogni pasto. Veniva effettuata più volte al giorno un'analisi del gas ematico arterioso (BGA), prelevando un campione di sangue da un dito e analizzandolo. Questo ci ha permesso di intervenire precocemente in caso di cambiamenti negativi. Inoltre, ci è stato fornito un dispositivo per la misurazione dei chetoni e del glucosio nel sangue. Ogni giorno, durante il riposo di mezzogiorno di Antonia, si tenevano delle brevi sessioni informative su argomenti importanti relativi alla gestione della dieta chetogenica. Abbiamo imparato quali alimenti sono adatti, come calcolare le ricette (utilizzando tabelle di scambio/programmi per computer), che è necessario pesare con precisione in grammi e dove si nascondono le possibili difficoltà. Inoltre, ci sono state fornite informazioni su aziende come Kanso, che producono prodotti chetogenici, e siamo stati informati sul fatto che molti di questi prodotti possono essere prescritti. Un altro argomento importante era il comportamento in caso di malattia. In questi casi, spesso è necessario aumentare l'apporto di liquidi. Molti farmaci sotto forma di sciroppi non sono compatibili con la dieta chetogenica poiché contengono troppi carboidrati. Dopo appena cinque giorni, quando Antonia aveva raggiunto una chetosi stabile e si sentiva bene, siamo stati dimessi.

La dieta si è rivelata così efficace per nostra figlia che, dopo una fase di prova di tre mesi, abbiamo persino deciso di sospendere due farmaci.

 

L'intervista con Mamma Claudia

1. domanda: Come sono stati i primi giorni e le prime settimane durante il passaggio a una Dieta Chetogenica?

Prima di introdurre la Dieta Chetogenica, abbiamo valutato quali alimenti Antonia non voleva rinunciare e se esisteva un'alternativa chetogenica adeguata che potevamo provare inizialmente. Prima ancora di entrare in clinica, abbiamo iniziato a ridurre gradualmente i carboidrati per vedere se potevamo gestire questa dieta a lungo termine. La sfida principale era creare un ambiente quotidiano adatto, quindi abbiamo dovuto informare la scuola materna sulla dieta chetogenica e assicurarci che fosse disposta a seguirla attentamente.

2. domanda: Quali effetti positivi avete riscontrato nella dieta chetogenica per Antonia?

La Dieta Chetogenica ha dato un notevole impulso allo sviluppo di Antonia. La sua motricità e il linguaggio hanno fatto notevoli progressi. L'attenzione e la resistenza sono migliorate notevolmente. La propensione agli attacchi è diminuita notevolmente, consentendoci di interrompere due farmaci con tutti i loro spiacevoli effetti collaterali.

3. domanda: Quali errori iniziali possono evitare le persone che iniziano una dieta chetogenica?

All'inizio, la paura più grande era quella di non riuscire a nutrire sufficientemente e in modo vario il bambino. Spesso si crede erroneamente che i bambini abbiano bisogno di un piatto diverso ogni giorno. È preferibile avere una piccola selezione di piatti preferiti e ripeterli più spesso, il che semplifica anche la preparazione in quantità maggiori.

4. domanda: Quali sono i piatti e gli alimenti preferiti di Antonia (cheto)?

Il pranzo preferito di Antonia è il salmone selvaggio con broccoli e carote, insieme all'olio MCT al 77%. A cena, le piacciono le uova con il pane cheto. La maggior parte dei bambini gradisce uno spuntino pomeridiano; nostra figlia ama i "Käse-Pops" (palline di formaggio) e snack salati.

5. domanda: Conoscevate già i prodotti di Kanso prima della collaborazione?

Abbiamo conosciuto i vari prodotti di Kanso attraverso la nostra consulente dietetica e li utilizziamo volentieri nelle preparazioni di Antonia.

6. domanda: Come vi piacciono i nostri prodotti? Quali sono i vostri preferiti?

Per cucinare, usiamo l'olio MCT al 77%. A colazione e cena, Antonia apprezza molto il burro MCT all'83% e la Crema DeliMCT. Abbiamo anche provato il MCTfiber per migliorare la consistenza.

7. domanda: Cosa non vi piace particolarmente della Dieta Chetogenica?

La Dieta Chetogenica è molto impegnativa, ma con una certa routine, la consiglieremmo vivamente a tutti i pazienti idonei. Fino ad ora, i viaggi all'estero, in particolare in aereo, non sono stati possibili poiché c'era sempre il rischio di non poter acquistare i prodotti necessari. Pertanto, abbiamo sempre optato per viaggi in auto con una grande scatola frigo.

Altri contenuti della Community su questo argomento
Dieta chetogenica

Le regole per una buona cucina chetogenica

In questo articolo, Susanne vi spiega come crea le ricette per la dieta chetogenica e a cosa fa attenzione...

20.11.2023
8 min
Dieta chetogenica

Terapia Chetogenica e salute dentale

Grazie al suo basso contenuto di carboidrati, la dieta chetogenica è una vera amica dei denti. Tuttavia, è anche possibile mangiare dolci durante la terapia chetogenica grazie ai sostituti dello zucchero e ai dolcificanti. Queste alternative hanno però un impatto sulla salute dei denti... Quale influenza hanno gli zuccheri nascosti nella dieta chetogenica? Troverete la risposta in questo articolo...

25.10.2023
8 min
Dieta chetogenica

Dieta Chetogenica: "Aiuto, come lo dico alla mia famiglia?"

Con l'inizio della dieta chetogenica, le sue condizioni sono molto migliorate così come la voglia di uscire. Al suo cambiamento le persone che le stanno vicino hanno reagito in modi molto diversi: dall'interesse al rifiuto o addirittura agli insulti.All'inizio questo cambiamento è difficile anche per la sua famiglia.  Nell'articolo, Susanne ci racconta come ha reagito in queste situazione e come le affronta oggi.

 

30.03.2023
7 min